You’ll be fucked

“La mia maestra è un tablet”.

Neonazismo applicato. Sono notizie come questa che mi fanno sperare in una cazzo di apocalisse sociale. E pensare che neanche 50 anni fa il dibattito antropologico si poneva questioni complesse, questioni che ciclicamente sono rimosse insieme alla dignità e al rispetto per quella maledetta genia che si chiama uomo, ovunque sia, qualsiasi sia la sua prospettiva sull’esistenza. Che prima o poi certi abusi, così bassi, stupidi, ignoranti abusi nella comunicazione e nel ragionamento ridotto a simili volgarità, siano saldati: in qualsiasi modo, che siano saldati. Prima o poi l’AIDS e le guerre non saranno sufficienti e si sentirà un’unica nota fissa, lunghissima, un urlo senza requie: e corpi vivi marceranno su un ponte di corpi morti teso sul Mediterraneo. Allora, purtroppo o per fortuna, nessuno conserverà il proprio nome.

 

Annunci

One thought on “You’ll be fucked

  1. Avevo letto la notizia. Negroponte è un maiale e questo è sensazionalismo tecnologico. Vorrei proprio sapere che significa “nel giro di 5 mesi avevano hackerato Android”… Anche perché la parola hackerare contiene un sentimento antagonista radicale, carico, a suo modo, di una moralità ed umanità.

    Faccio la mia piccola resistenza ora, alle 4, alle 5, alle 6 di mattina studiando che la tecnologia digitale è soprattutto scrittura. Serve a poco, forse solo a sentirsi migliore di quelli che parleranno bene di questi abomini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...