Lo choc del futuro

Sto studiando su “Lo choc del futuro” di Alvin Toffler.
Il testo è pregnante di un presente rivoluzionato da 50 anni, dunque diverso ma uguale nel suo mutamento accelerato.
Mentre mi prendevo una pausa dalla lettura, cercando interpretazioni a supporto in rete, mi sono imbattuto in un’opera video che coinvolgeva niente meno che Orson Wells. “FutureSchock” sarà sicuramente datato ma dà la misura di un’epoca, siamo nel 1970, in cui molte delle suggestioni più attuali sembrano già esser dispiegate. E sorprende, ma solo in prima istanza, come transitorietà, modularismo, connessione, precarietà e ipertrofia del linguaggio siano spacciate come condizioni dell’ultim’ora.
Internet in questa chiave sembra più una sorta di ulteriore accelerazione in un quadro che trova nell’automatizzazione della produzione -e della società in senso lato, la più riconoscibile soluzione di continuità storica. Certamente le tecnologie dall’emersione del WWW in poi hanno reso palesi i termini della mutazione in corso, ma è ipotizzabile che nella coltre di fumo dell’innovazione a prescindere, si insinui la tensione a postporre le soluzioni più sgradevoli a uno choc paradossalmente perdurante da mezzo secolo. Possiamo pensare che l’in/sicurezza e gli orizzonti del profiling siano le novità più significative della Rete. Possiamo temere che non tutto quel che è “nuovo” sia così ignoto da non poter esser già giudicato, ma che sia venduto alacremente come tale al fine di scansare o solo procrastinare un’impietosa sentenza sociale.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...